Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso


Amistà per la riapertura della Biblioteca Benzi

Venuti a conoscenza della petizione a favore della riapertura della Biblioteca Benzi di Voltri, L'entrata della Biblioteca Benzi di Voltril'Associazione di Promozione Sociale Amistà oltre a sottoscriverla, si propone di compattare la frustrazione derivante da questa inaccettabile situazione

 

PERCHÈ

  • perché siamo profondamente convinti che la Biblioteca Benzi rappresenti uno dei presidi fondamenti per la vita sociale della comunità non solo voltrese ma dei cittadini genovesi in generale;
  • perché è luogo di incontro e di aggregazione per tutta la comunità, attraverso la quale veicolare cultura ed educazione;
  • perché una biblioteca chiusa è come una scatola senza contenuto: il servizio non esiste se non viene permesso di utilizzarlo;

 

CHI: tutta la popolazione deve sentirsi chiamata in causa ed unirsi alla richiesta avanzata dagli studenti, in vista dei prossimi esami. La biblioteca è un bene di tutti e non solo di chi vi si reca per studiare: dal lettore accanito a quello occasionale, dai genitori ai nonni alle future mamme, dalle diverse Associazioni di volontariato a tutti gli utenti di oggi e di domani.

Non vogliamo addentrarci negli aspetti tecnici: competono a persone ben più qualificate in materia. Per spronarli ulteriormente a fornire risposte immediate e concrete invitiamo tutte le persone che condividono quanto scritto, tutti coloro che hanno amato, amano e ameranno la Biblioteca di Voltri, tutte le Associazioni (e non solo quelle di quartiere) ad unirsi alla nostra campagna e a diffondere questo messaggio attraverso tutti i canali possibili (pagine Facebook, siti internet, account Twitter, affiggendo questa locandina).

PERCHÈ FARE RETE AUMENTA LA VOCE DI TUTTI!

Scarica il volantino in formato PDF e fallo circolare attraverso i tuoi canali!

 

Per informazioni e contatti:Logo di Amistà

www.associazioneamista.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.facebook.com/AssociazioneAmista

 

CHI SIAMO

Amistà, nasce il 14 maggio 2014 per volontà di un gruppo di ragazzi che hanno condiviso l'esperienza di Servizio Civile Nazionale presso le biblioteche (Benzi compresa!) e i musei del Comune di Genova. Ha come obiettivo la promozione e l'accessibilità del patrimonio storico-culturale della città, l'inclusione delle persone con disabilità, la promozione dei diritti umani, del servizio civile e della cittadinanza attiva, la sensibilizzazione alle tematiche ambientali. Organizza attività socioculturali ed educativo-formative al fine di promuovere lo sviluppo culturale e sociale della città.

Amistà a What's Up Genova, sabato 7 febbraio 2015

Particolare del banchetto di AmistàSabato 7 febbraio Amistà ha partecipato all'evento "What's Up Genova: giovani progetti in fiera", svoltosi nelle sale dell'Informagiovani e in altri locali di Palazzo Ducale dalle 14 alle 19.

What's Up, alla sua prima edizione, ha dato possibilità a molte realtà giovanili di farsi Il volantino di What's Up Genovaconoscere dalla cittadinanza, attraverso postazioni e griglie espositive con materiale informativo e una presentazione veloce di cinque minuti. Tra le realtà coinvolte (venticinque in totale) oltre alla nostra, ricordiamo a titolo d'esempio, l'Associazione Open Genova, l'Associazione YEAST, gli ostelli Manena e Ostellin, Social Hub Genova, City Message, Era Superba, Penta Px e Nuovi Profili.

L'evento è stato per noi occasione per portare anche a Palazzo Ducale una parte della Mostra ImmortalArte a Staglieno, contemporaneamente allestita presso il porticato di Palazzo Tursi: nella griglia espositiva esterna, infatti, sono state affisse le copie del pannello esplicativo dell'Associazione, quello esplicante il progetto ImmortalArte e il Decalogo contentente i motivi per i quali si dovrebbe visitare il Cimitero Monumentale cittadino. Sempre all'esterno, inoltre, ha trovato posto una copia della bibliografia sulle disabilità stilata in occasione della giornata internazionale ONU dei diritti delle persone con disabilità (della quale, erano disponibili copie anche presso il banchetto informativo).

La griglia esterna con il nostro materiale affisso
Amistà ha voluto, inoltre, ricordare l'attuale percorso di Servizio Civile Regionale "Questioni di Stile" con un laboratorio sugli screen reader, attraverso il quale far provare ai vedenti l'utilizzo del computer con i programmi utilizzati dai non vedenti (versione prova di JAWS 15 e NVDA, screen-reader gratuito con licenza open-source).
Valeria Fusco, presidente dell'Associazione, ha presentato alle 15 la realtà alla presenza di un folto pubblico, tra cui l'assessore alla cultura e al turismo del Comune di Genova Carla Sibilla. Durante il pomeriggio abbiamo, infine, ricevuto la visita dell'assessore alle politiche giovanili del Comune, tra cui il Servizio Civile, Pino Boero.

lo schermo di City Message con il nostro volantino del corso dei Social Network Vista sulla sala principale piena di gente Schermo di City Message con l'immagine pubblicitaria della mostra di ImmortalArte a Staglieno

Amistà ringrazia sentitamente tutto lo staff dell'Informagiovani di Genova e in particolar modo le volontarie di Servizio Civile che ci hanno succeduto in questa meravigliosa avventura, culla della genesi della nostra Associazione e auspica future occasioni di questo tenore.

Amistà e la Giornata ONU dei diritti delle persone con disabilità presso la Biblioteca Civica Berio, 3 dicembre 2014

locandina giornata 3 dicembreL'Associazione Amistà, nella giornata del 3 dicembre 2014, ha partecipato, su invito della Biblioteca Civica Berio, alla Giornata ONU dei diritti delle persone con disabilità organizzata presso la Biblioteca.
Durante la prima parte della giornata (dalla mattina, fino alle 16.30) le Associazioni aderenti hanno potuto esporre, grazie ad una postazione collocata nel tunnel d'accesso alla struttura, i loro materiali illustrativi, avendo così un diretto rapporto con il pubblico della biblioteca, al quale poter spiegare i propri obiettivi. Alle 16.30, invece, presso la Sala Chierici si è tenuto l' incontro "Tutti insieme appassionatamente. Storie quotidiane di normale disabilità",nel corso del quale i disabili, ma soprattutto i loro familiari hanno raccontato le loro storie di vita.Banchetto sotto il tunnel della biblioteca
Per l'occasione Amistà ha pensato di realizzare alcuni materiali da distribuire gratuitamente: un calendario e diversi segnalibri con frasi tratte da libri narranti storie di persone con disabilità, ma anche un opuscolo contenente testimonianze di familiari e disabili tratte direttamente da libri e una bibliografia a tema (con relativa collocazione presso le biblioteche del Sistema Bibliotecario Urbano). Tutti i materiali sono liberamente scaricabili dal nostro sito.

 

Materiali:

locandina evento Berio in formato PDF scaricabile

I consigli di lettura di Amistà

LEGGILO IN UN LIBRO! Quando sono i libri ad offrirci le testimonianze dei famigliari delle persone con disabilità